giovedì 21 gennaio 2021

"Melfi nel Regno" e "La facies urbana di Melfi normanna"

Nuovo appuntamento con il ciclo di incontri del Secondo Convegno Internazionale per i festeggiamenti del Millenario della fortificazione della Città di Melfi.
 
“Melfi nel Regno” sarà il tema della conversazione in programma per sabato 23 gennaio 2021, alle ore 17:00, a cura del Prof. Amedeo Feniello (Università dell’Aquila) a cui seguirà la relazione del Prof. Stefano Borsi (Università Vanvitelli) su “La facies urbana di Melfi normanna”.
L’incontro è in diretta streaming sulla pagina facebook del “Millenario di Melfi 1018-2018”, sul canale youtube e sulla pagina facebook del Comune di Melfi.
Il Prof. Amedeo Feniello è attualmente ricercatore di Storia medievale presso l’Università degli Studi dell’Aquila. Storico del medioevo e dell’economia, è stato, di recente, Directeur d’études invité presso l’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi. Ha insegnato Storia del Mediterraneo nel medioevo presso la Northwestern University, con sede a Evanston, Chicago. Autore di numerosi saggi sulla società e l’economia dell’Italia meridionale medievale, coniuga con l’attività di ricerca anche quella di alta divulgazione. Si ricordano qui solo alcune pubblicazioni di maggiore diffusione: “Napoli 1343. Le origini medievali di un sistema criminale”, per Mondadori (2015); per l’editore Laterza: “Sotto il segno del Leone. Storia dell’Italia musulmana” (2011), “Dalle lacrime di Sybille. Storia degli uomini che inventarono la banca” (2013), “Storia del Mediterraneo in 20 oggetti” (con A. Vanoli, 2018); “Storia del mondo. Dall’anno 1000 ai giorni nostri” (con F. Canale Cama e L. Mascilli Migliorini, 2019); “I nemici degli Italiani” (con la partecipazione di A. Vanoli, 2020); ha inoltre collaborato alla Storia mondiale dell’Italia (a cura di A. Giardina).
Il Prof. Stefano Borsi è ricercatore di Architettura e disegno industriale presso l’Università della Campania “L. Vanvitelli”. E’ referente unico per la Biblioteca della Facoltà di Architettura “Roberto Pane”, dal 2016 anche Materioteca. E’ stato membro, su nomina ministeriale, del Comitato Nazionale per le celebrazioni del VI centenario della nascita di Leon Battista Alberti, figura cui ha dedicato numerosi studi in Italia e all’estero. Ha indirizzato i propri studi soprattutto alla storia dell’architettura e della teoria architettonica dell’età umanistica e rinascimentale, con particolare riguardo alle relazioni interdisciplinari e alla ricostruzione dei contesti storici, culturali e operativi. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni in Italia e all’estero, tra cui si segnalano “La città normanna. Aversa e l’Europa nei secoli XI e XII“ (2014) e “Melfi normanna” 2018). I volumi “Paolo Uccello” e “Masaccio”, realizzati in collaborazione con Franco Borsi, sono stati insigniti nel 1994 e nel 1998 del “Prix Bernier” dell’Institut de France e dell’Académie des Beaux-Arts quali migliori monografie d’arte dell’anno.

martedì 19 gennaio 2021

"Nero La Colla" romanzo ambientato nell'Alto Medioevo

Un aspro scontro nella cornice della faticosa costruzione, pietra su pietra, di un villaggio sulle Alpi Liguri è il filo conduttore del libro “Nero La Colla” che l’autore Angelo Verrando presenterà giovedì 21 gennaio 2021 alle ore 21,00 su Facebook in collaborazione con il Rotary Club Varazze Riviera del Beigua. Firmerà la prestigiosa presentazione lo storico intemelio Giorgio Caudano.
Lo scrittore si affaccia così al noir con una storia ancora una volta ambientata nel borgo del suo paese natale Pigna, in questo caso nell’Alto Medioevo, tra la fucina di un fabbro e piazza Castello, la più alta del paese e che tutti chiamano La Colla.
Nel romanzo storico si fronteggiano senza esclusione di colpi la forza della primordiale e quasi invisibile conoscenza alchimistica e il potere di vita e di morte dell’uomo sull’uomo. Davanti ad un tale confronto così estremo gli stessi personaggi della vicenda appaiono relegati a ruoli di comprimari ma anche attirati alla funzione di feroci esecutori di ordini oscuri e violenti.
Le storture e l’arroganza dello strapotere dei notabili e degli armigeri portano ben presto gravi lutti, che tuttavia sembrano, solo apparentemente, provocati da cause naturali. Morti che insospettiscono il fabbro appassionato alchimista, fino a indurlo ad iniziare un’indagine inedita in grado di travolgere lui stesso e i suoi preziosi manoscritti che nasconde gelosamente nella sua officina. Scopre così un altro potere: quello più sottile ma non meno insidioso della seduzione. Mirabili nel testo le illustrazioni di Roby Ciarlo, già coautore di “Altre vite” dello stesso Verrando, e gli scatti di Mirko Saturno, protagonista di un autentico fotoracconto e già coautore di “Giallo Nervia”, sempre di Verrando. Tutti e tre gli autori vantano un legame speciale con Pigna, in cui assieme hanno ambientato tre distinti racconti in un solo anno.

lunedì 18 gennaio 2021

Barbero e Augias per Dante 2021


"Non solo sommo poeta, ma uomo con una visione umana, civile e politica.”
Mercoledì 20 gennaio 2021 alle ore 18,30 Alessandro Barbero e Corrado Augias inaugurano la rassegna IL VOLTO DELLE PAROLE con un omaggio a Dante.
Incontri a tu per tu con l'autore per andare oltre la parola scritta e conoscere lo straordinario lavoro che si cela dietro alla composizione di opere di successo.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

venerdì 15 gennaio 2021

"I luoghi nella conquista e Melfi nella conquista normanna" incontro online

Continua il ciclo di incontri del “Secondo Convegno Internazionale per i festeggiamenti del Millenario della fortificazione della Città di Melfi”. Sabato 16 gennaio 2021, alle ore 17:00, spazio alle relazioni del Prof. Piero Dalena (Università della Calabria) su “I luoghi della conquista” e del Prof. Victor Rivera Magos (Università della Basilicata) su “Melfi nella conquista normanna”.
L’incontro si terrà in diretta streaming sulla pagina facebook del “Millenario di Melfi 1018-2018”, sul canale youtube e sulla pagina facebook del Comune di Melfi. 
ll Prof. Piero Dalena è uno storico italiano e saggista che si occupa del Medioevo, specializzato nello studio del Mezzogiorno nelle sue varie componenti istituzionali, religiose, politiche e ambientali, sulle quali ha pubblicato oltre una decina di monografie e numerosi contributi in volume. Professore Ordinario di Storia Medievale presso Università della Calabria (Cosenza), dove è stato Pro-Rettore delegato ai rapporti con le istituzioni nazionali dal 12 aprile 2017. Vincitore del XLVI Premio Basilicata (2017) nella sezione Saggistica storica italiana ed europea, è membro di numerose Accademie e Deputazioni di Storia patria, oltre che membro del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del millenario di fondazione della città fortificata di Melfi. Ha diretto il progetto relativo al recupero e alla valorizzazione dell’area del castello longobardo di Monterotaro-Casalnuovo Monterotaro (FG). Membro del Comitato scientifico della Collana “Mediterraneo. Culture, Società e Istituzioni tra Medioevo ed Età Contemporanea”, diretta da Salvatore Bottari (Aracne Ed., Roma), del Comitato scientifico della Collana “Fonti per la storia della Basilicata medievale” diretta da Francesco Panarelli (Congedo Ed., Galatina), dirige la Collana “Itineraria” (Adda ed., Bari). E’ anche Componente del Comitato scientifico della Fondazione “Padula” (Acri) dal 2018 e Componente del Comitato Scientifico del Premio Anassilaos Arte-Cultura-Economia e Scienze dal 2019.
Il Prof. Victor Rivera Magos è storico del medioevo e archivista, laurato a Siena, ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia Medievale presso l’Università degli Studi della Basilicata e post-Doc presso l’Université Caen Normandie e l’Università della Basilicata. Attualmente è ricercatore di Storia medievale presso l’Università degli Studi di Foggia. Ha pubblicato recentemente un’ampia monografia sullo sviluppo urbano della Barletta medievale ed ha organizzato numerosi convegni legati all’area pugliese e in particolare a vicende e fortuna della Disfida di Barletta. All’attività di ricerca pura e di consulenza scientifica affianca l’impegno professionale nel coordinamento di gruppi di ricerca e di lavoro, con l’ideazione e organizzazione di attività scientifiche e formative e di eventi culturali, come il coordinamento scientifico del programma di ricerca “Storia della città di Barletta” (2019-2021). E’ socio fondatore e vicepresidente dell’Associazione del Centro di Studi Normanno-Svevi di Bari, nonché membro del Comitato Tecnico organizzativo della Sede di riferimento per l’Italia meridionale dell’Istituto Storico italiano per il medioevo.

giovedì 14 gennaio 2021

Assisi. Nuove scoperte, nuovi percorsi. I restauri dell’Oratorio di San Leonardo e gli scavi del palazzo vescovile: i risultati

“Assisi. Nuove scoperte, nuovi percorsi. I restauri dell’Oratorio di San Leonardo e gli scavi del palazzo vescovile: i risultati” è il tema dell’evento formativo organizzato dalla diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, su sollecitazione di un gruppo di guide turistiche del territorio che si terrà venerdì 15 gennaio 2021 in forma streaming dalle ore 15,00 alle 18,00.
 
“L’iniziativa – spiegano gli organizzatori dell’Ufficio Beni culturali della diocesi – è volta innanzitutto a far conoscere alcune bellezze meno note, in modo da creare nuovi percorsi e aumentare l’offerta culturale e artistica di Assisi soprattutto in questo momento di estrema difficoltà. Crediamo infatti che sia importante fare rete e unire le forze per ripartire. Inoltre il percorso che verrà presentato è volto ad approfondire la conoscenza di bellezze e luoghi che ruotano intorno alla città medievale che si sviluppava lungo l’asse tra la cattedrale di San Rufino e il palazzo vescovile”.
Dopo un iniziale momento introduttivo il seminario formativo sarà aperto dai saluti del vescovo monsignor Domenico Sorrentino.
Alle ore 15,15 ci sarà l’intervento dei restauratori Christiane Zschiesche, Francesca Canella e Paolo Biscarini che illustreranno il “restauro degli affreschi esterni dell’Oratorio di San Leonardo di Assisi”.
Dalle ore 15,45 si susseguiranno le relazioni di Elvio Lunghi, storico dell’arte e docente, presso l’Università per Stranieri di Perugia sul tema “Storia e decorazione dell’Oratorio di San Leonardo detto di San Francescuccio”; di Pier Maurizio Della Porta, archivista e direttore dell’archivio e della biblioteca vescovili di Assisi che si soffermerà sul tema “Le Confraternite di Assisi”; di Marina Zola, presidente della Commissione diocesana per l’ecumenismo e di Cathie Alexander, Church warden su “L’Oratorio di San Leonardo e la Congregazione anglicana in Assisi”.
Alle ore 17.00 Alfio Barabani, architetto dello studio Alfio Barabani Architects interverrà sul tema “Alla riscoperta dell’antico Episcopio di Assisi”. A seguire Marina Rosati, giornalista e ideatrice del Museo della Memoria di Assisi parlerà del Vescovado, quale quartier generale dell’organizzazione clandestina che salvò gli ebrei e del Museo della Memoria al suo interno allestito.

martedì 12 gennaio 2021

Economia e costumi dell'Alghero medievale

Alessandra Derriu
Giovedì 14 gennaio 2021
, alle 16.30, in modalità “Dad”, Alessandra Derriu terrà una conferenza intitolata “Atti contabili. Economia e costumi dell'Alghero medievale”, per l'Università delle tre età di Alghero. Cifre apparentemente aride di un archivio spesso riflettono la vita di una comunità come una descrizione o testimonianza indiretta.
E' così anche per i dati contabili dell'Archivio storico comunale di Alghero, studiati dalla dottoressa Derriu, storica e archivista in archivi pubblici e privati. I preziosi documenti medievali dell'Archivio del Comune hanno un notevole valore storico documentario per il periodo in cui la città era da poco passata dai possedimenti della famiglia genovese Doria ai sovrani di Catalogna. La conferenza è incentrata sul libro “Atti contabili della villa di Alghero (mandati e ricevute di pagamento anni 1405-1415)”, del 2005, vincitore del “Premi J.Sanna 2007”. Il volume è frutto dell'attività di tirocinio e ricerca svolta dall'autrice nel 2004, nell'Archivio del Comune cittadino.
Il progetto di ricerca sui documenti inediti aveva avuto il supporto scientifico dell'Università degli studi di Sassari ed era stato finanziato e pubblicato dalla Fondazione Banco di Sardegna, con il patrocinio del Comune di Alghero. La conferenza fa parte del ciclo di lezioni “Entrare in archivio”, che prevedono la visione, l'analisi e lo studio dei documenti che, in questo caso, ci raccontano economia, leggi e costumi dell'Alghero medievale. Testimoniano entrate e uscite della villa: difesa militare, lavori pubblici e attività per la comunità (pulizia delle strade e piazze, opere di riparazione dei forni, cura materiale e spirituale dei malati, ripopolamento); aiuti a chiese e conventi; acquisti di beni (per es. per le festività natalizie e pasquali; affari pubblici.

martedì 5 gennaio 2021

Epifania dei Magi 2021

Mercoledìl 6 gennaio 2021
non ci sarà il grande corteo che, dal 1366, caratterizza Milano e sant'Eustorgio in particolare, la casa dei Magi.
Però la buona Notizia è che si potranno seguire via streaming ed in diretta su canale Ufficiale della Basilica tutte le celebrazioni che verranno effettuate in questa speciale occasione, l'Epifania.
Sarà possibile la visione presso questo indirizzo tramite questo link:
Sarà possibile perfino vedere una live facebook su questa nostra pagina ...la vedrete comparire alla url che ben conoscete: https://www.facebook.com/magorumfriends.
Vi Sarà sua eccellenza mons. Paolo Martinelli vescovo ausiliario di Milano.
Rito dei soli 3 Magi e la Sacra Famiglia.
Nel Pomeriggio invece, alle h. 17.00 sua eccellenza mons. Carlo Azzimonti vescovo ausiliario di Milano sarà presente con noi.
Come da Normative vigenti l'ingresso diretto in basilica è contingentato per cui solo poche persone potranno assistere all'evento dal vivo , si consiglia a tutti la visione da remoto.
L'attivazione di queste tecnologie fortunatamente dovrebbe poter garantirvi la visione, speriamo sia apprezzato lo sforzo cosi come noi certamente apprezziamo sempre più la vostra attiva presenza online ed il vostro apprezzamento per i contenuti prodotti.
Grazie ancora
Amici dei Magi in Sant'Eustorgio
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

giovedì 31 dicembre 2020

Tour Online "I Castelli della Lomellina (PV)"

Giovedì 31 dicembre 2020
, alle ore 16.00 Oltre Confine Onlus organizza un grande Tour ONLINE per riscoprire i maestosi, quanto poco conosciuti, Castelli della Lomellina (PV).
Il tour si svolgerà tramite piattaforma Zoom e costituirà il PRIMO di più appuntamenti che saranno dedicati ai castelli lomellini. Questa PRIMA tappa ci porterà alla scoperta dei castelli di Scaldasole, Lomello, Alagna e Valeggio Lomellina.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

martedì 29 dicembre 2020

Visita guidata online all'Abbazia di Chiaravalle

Mercoledì 30 dicembre 2020
, dalle ore 18,00 alle 19,00 l'Abbazia di Chiaravalle e il suo Mulino sono visitabili on line con la guida.

Per la prima volta sarà possibile fare una visita virtuale che permetterà di immergersi all’interno dell’affascinante complesso monastico, comodamente seduti a casa propria, senza dover rinunciare ad esplorare luoghi nuovi, continuando a viaggiare con la mente.
Fondata nel 1135 da San Bernardo da Clairvaux, ancora oggi abitata da una comunità di monaci cistercensi, l'Abbazia di Chiaravalle è un luogo di confine e dialogo, tra città e campagna, urbanesimo e agricoltura, modernità, tradizione e culture. In un momento in cui non è consentito uscire di casa, l'incontro virtuale permetterà di immergersi all'interno dell'affascinante complesso monastico, senza dover rinunciare ad esplorare luoghi nuovi, continuando a viaggiare con la mente.
Tramite l'utilizzo di immagini e video, accompagnati dal racconto delle nostre guide, si accederà ai principali ambienti della Chiesa e del chiostro, ammirando ad esempio affreschi di unica bellezza di importanti artisti italiani e un coro ligneo intagliato del XVII secolo. Sarà inoltre possibile visitare il chiostro monastico, con la spettacolare vista sulla Ciribiciaccola, torre campanaria dell'Abbazia e la caratteristica colonna annodata. Si potrà infine apprezzare la struttura medievale del Mulino, con il suo impianto molitorio realizzato in legno di rovere e alimentato ad acqua, e l'orto dei semplici, in cui trovano spazio piante officinali e aromatiche.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui

sabato 26 dicembre 2020

Strade, Cavalieri e Ospitali nel Mezzogiorno medievale

Nel Medioevo il Centro Sud Italia aveva un complesso reticolo di strade - in parte basato sull'antica viabilità romana, in parte composto da nuove direttrici - che guadavano a Roma in direzione nord e a Gerusalemme in direzione Sud.
La posizione strategica del Mezzogiorno, la presenza di un numero importante di pellegrini, viaggiatori, mercanti, nonché l'esistenza di ricchi santuari (Montecassino, Monte Sant'Angelo, Bari) e di importanti porti di imbarco (Brindisi, Otranto, Messina) suscitò l'interesse dei diversi ordini militari che in in alcune aree acquistarono terre, costruirono ospitali e stabilirono relazioni commerciali con i diversi insediamenti.
Ma quale era effettivamente il rapporto tra gli ordini militari e queste strade? Quali ordini c'erano sul territorio e che ruolo ebbero?
Ne parleremo con Vito Ricci, autore di diversi libri e saggi sull'argomento.
Appuntamento domenica 27 dicembre 2020, alle ore 18.00, in diretta streaming, sulla pagine:
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

venerdì 25 dicembre 2020

"Quanti segreti può nascondere un dipinto" visita guidata online

Lunedì 28 dicembre 2020
, alle ore 21,00 si terrà la visita guidata "Quanti segreti può nascondere un dipinto? Quante letture può offrire?"
 
La Dottoressa Annalisa Zanni, direttrice del Museo Poldi Pezzoli, racconta l’opera simbolo del Museo, il Ritratto di dama (1470 ca.) di Piero del Pollaiolo, dipinto amatissimo dal pubblico già a partire dalla fine dell’800.
La fanciulla è ritratta fino alle spalle, con una leggera torsione del busto che permette di vedere la forma della scollatura. Grandissima attenzione è data alla descrizione della veste, dei gioielli e dell'elaboratissima acconciatura, sottolineando il carattere nobile e benestante della donna. Il corpetto è piuttosto scollato e aderente, allacciato sul davanti con una serie ravvicinata di bottoni e tipico della moda giovanile dell'epoca. La manica in velluto presenta un motivo floreale reso con sinteticità, senza ricorrere agli effetti lenticolari della pittura fiamminga.
Per info e prenotazioni: inviare una mail a info@museopoldipezzoli.org. Alla conferma di avvenuta iscrizione, riceverete il codice di accesso. Costo visita: donazione minima a partire da 5€, entro le ore 12.00 del 28 dicembre.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !