venerdì 25 settembre 2020

“Il volo del Grifone” presentazione a Grosseto

Sabato 26 settembre 2020 alle ore 10,00 alla Libreria Mondadori di Grosseto Alessandro Spalletta incontra il pubblico e firma le copie del suo nuovo libro “Il volo del Grifone”.
Si tratta del terzo e ultimo capitolo della Saga del Grifone - Il romanzo storico del medioevo italiano.
La trilogia è ambientata in Toscana, in particolare tra Grosseto e Siena. Il protagonista è Bino degli Abati del Malia, condottiero e Capitano del Popolo di Grosseto nella prima metà del XIV secolo. Un uomo che ha combattuto per la libertà della sua terra e che è stato capace di imprese impossibili: un vero e proprio William Wallace del medioevo italiano.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

mercoledì 23 settembre 2020

Viaggio nell'Inferno di Dante

Venerdì 25 settembre 2020 dalle ore 20,45 alle 22,30 si terrà "Viaggio nell'Inferno di Dante" Un viaggio serale nell'Inferno di Dante Alighieri, tra palazzi e targhe che parlano di personaggi fiorentini dannati, da Filippo Argenti a Farinata degli Uberti, tra versi danteschi e storia medievale.
Ritrovo: ore 20.45 in piazza Santa Croce davanti alla statua di Dante
Durata: 1 ora e 30''
Contributo: 10 euro, 5 euro per i bambini sotto i 12 anni, gratuito sotto i 5 anni
Guida: Martina Barreca (cell: 3291917132)
REGOLE ANTICOVID:
Obbligo di mascherina
Distanza di almeno 1 metro
Obbligo di guanti o gel igienizzante
Presentarsi con importo preciso: non si fanno resti.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

lunedì 21 settembre 2020

Costruire a Milano, architettura tra IV e XVIII secolo


Martedì 22 settembre 2020
alla Biblioteca Sormani di Milano, per il ciclo di incontri "Libri in Corte", alle ore 18,30 si terrà la presentazione di "Costruire Milano, architettura tra IV e XVIII seocolo" (Il Libraccio, 2019). Sarà presente una delle curatrici del volume, Isabella Balestrieri, docente del Politecnico di Milano. Il libro, bilingue in italiano e cinese, si lega a un'esperienza maturata presso il Politecnico di Milano, in una Scuola di architettura aperta a studenti di tutto il mondo. L'opera propone un itinerario fra le principali architetture costruite a Milano fra la fine dell'Età antica e quella dell'Età moderna. Si tratta certamente di alcuni "dei più notabili" edifici milanesi, ma soprattutto dei cantieri che, fra IV e XVIII secolo, hanno visto architetti e ingegneri affrontare e risolvere i principali problemi della costruzione.
Per partecipare sarà necessario prenotarsi.

sabato 19 settembre 2020

Un insolito ciabattino 45 metri sopra Alba

Sabato 19 settembre 2020 il MUDI (Museo Diocesano di Alba) in collaborazione con l’Associazione culturale Colline e Culture propone l’apertura straordinaria del campanile della Cattedrale di San Lorenzo per scoprire la sorprendente struttura campanaria di origine romanica in compagnia di attori professionisti e di guide abilitate. Il format “Un insolito ciabattino” vi propone di vivere una doppia esperienza di visita in compagnia di una guida e di insoliti personaggi che animeranno le visite con performance teatrali nell’area archeologica sotto la Cattedrale e sul campanile romanico: una giovane innamorata, un vescovo ricercatore e San Teobaldo si aggirano tra le sale del museo e ci invitano a scoprire le imprese del santo ciabattino vissuto fino al 1150 nella città di Alba. A seguire il gruppo verrà accompagnato nella visita al percorso archeologico e sul campanile romanico del Duomo per ammirare Alba dall’alto e scoprire le sue antiche origini. Verranno organizzate visite guidate in due orari: ore 15.00 e ore 16.30. Durante la visita guidata sarà obbligatorio l’uso della mascherina e verranno creati gruppi con posti limitati pertanto è fondamentale la prenotazione. Ingresso al pubblico su Piazza Rossetti (Alba), dal campanile della Cattedrale di S. Lorenzo. Le performance teatrali sono a cura dell’Associazione Teatro di Tela di Alba e dell’Associazione culturale Insoliti Incontri di Torino. Le guide turistiche sono dell’Associazione culturale Colline & Culture di Alba.

ATTORI: Michela Fattorin, Vincenzo Galante e Paolo Mazzini

AUTORE E REGISTA: Sergio Luca Loreni

Prenotazione al numero tel. 349.1573506
Info: mudialba14@gmail.com.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

mercoledì 16 settembre 2020

"Il giudice Albertano" a Rocca d'Anfo (BS)

Per i "Venerdì della Rocca d'Anfo", venerdì 18 settembre 2020 alle ore 20,30 preso la Rocca d'Anfo (BS) Enrico Giustacchini, intervistato dallo storico Marcello Zane, presenta "Il giudice Albertano e il caso del suonatore nella notte" (Liberedizioni, 2020), il suo nuovo giallo ambientato nel Medioevo bresciano.
Con lui anche Francesca Demetz, che parlerà del libro "Realtà e bugie nella torre di San Martino". L'ingresso è libero.
Non è necessaria la prenotazione, ma è necessaria la mascherina. Gli appuntamenti si svolgono all’aperto e con distanziamento.
Per seguire l'evento su facebook clicca qui !

martedì 15 settembre 2020

"L'architttura medievale nel Canavese" al Castello di Agliè (TO)

Ritorna il ciclo di conferenze Un’ora di storia al Castello di Agliè, iniziativa che, da oltre dieci anni, propone approfondimenti su temi di arte, storia e architettura legati alla residenza alladiese. Dal 17 settembre al 22 ottobre, ogni giovedì alle ore 18 nel Salone di San Massimo, studiosi ed esperti focalizzano l’attenzione su aspetti e personaggi di rilievo per le vicende di questo straordinario complesso, delineando un excursus che dal contesto culturale del Medioevo, in cui si inseriscono i prodromi della struttura architettonica, conduce al Novecento e all’organizzazione del Castello in museo statale.   Ad aprire l’edizione di quest’anno giovedì 17 settembre 2020 alle ore 18,00 sarà Carlo Mario Tosco, docente di Storia dell’Architettura al Politecnico di Torino, con un intervento sull’architettura medievale nel Canavese, dall’età romanica agli sviluppi del gotico.

mercoledì 9 settembre 2020

Apertura serale straordinaria del Museo della Cattedrale di Anagni

Come ogni anno torna l’atteso appuntamento con l’apertura serale straordinaria del Museo della Cattedrale, venerdì 11 settembre 2020 dalle ore 18:30 alle 22:30, in occasione della ricorrenza dello Schiaffo di Anagni, vicenda storica che vede coinvolti il papa anagnino Bonifacio VIII da una parte, e la famiglia Colonna e il re francese Filippo IV dall’altra.
Il Museo si prepara ad accogliere i suoi visitatori nella suggestiva luce serale, con visite guidate arricchite da figuranti in costumi ispirati al Medioevo e che si concluderanno sotto le stelle con l’accompagnamento di musiche medievali nel chiostro illuminato dalle fiaccole.
Si ringrazia l'A.I.A.M. e l'Associazione Culturale Gruppo Medievale Colle Sant'Angelo per la gentile collaborazione all'evento.
Il costo del biglietto sarà di 𝟗 euro intero, 𝟔 euro ridotto per residenti di Anagni e ragazzi dagli 11 ai 18 anni, 𝟑 euro ridotto speciale per bambini dai 6 ai 10 anni.
Per maggiori dettagli visitate il nostro sito www.cattedraledianagni.it/eventi.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

martedì 8 settembre 2020

"Parliamo di Storia" con Alessandro Barbero e Alessandro Vanoli

Alessandro Barbero
al Tenda Sordello a Mantova, nell'ambito del Festival della Letteratura 2020, Alessandro Barbero con Alessandro Vanoli parleranno di "Parliamo di Storia".
"La Storia è appassionante quando si entra nel dettaglio, quando si comprende che i protagonisti sono diversi da noi per il modo di pensare, ma sono esseri umani come tutti". Professore di Storia Medievale all'Università degli Studi del Piemonte Orientale, Alessandro Barbero (Le Ateniesi, Il divano di Istanbul) è diventato negli ultimi tempi una vera e propria star di YouTube, dove centinaia di migliaia sono le visualizzazioni ai video delle sue conferenze estremamente coinvolgenti, grazie anche alla sua innata capacità di rendere viva e divertente la materia, senza mai scadere nell'asettico nozionismo, e di creare un contatto empatico con i personaggi dei suoi racconti, siano essi contadini, soldati, nobili o ecclesiastici. Per parlare insieme di come oggi si affrontano il metodo e la ricerca storica, lo affianca sul palco il medievista Alessandro Vanoli (Primavera. La stagione inquieta).

lunedì 7 settembre 2020

"Un'idea di Mediterraneo" con Alessandro Vanoli a Montova

Alessandro Vanoli
al Tenda Sordello a Mantova, nell'ambito del Festival della Letteratura 2020, Alessandro Vanoli parlerà di "Un'idea di Mediterraneo".
Popoli in fuga, spedizioni di conquista, scambi di merci e di saperi, epiche e furibonde battaglie, assalti di pirati, viaggi disperati di donne e uomini senza futuro. Che cosa è capace di raccontarci ancora, il Mediterraneo? Un viaggio tra passato e futuro attraverso il Mare Nostrum.
Alessandro Vanoli è nato a Bologna nel 1969, è uno storico medievista con alle spalle docenze e collaborazioni presso le università di Bologna, Milano, Tunisi, Cambridge, Amsterdam, Città del Messico e Buenos Aires. Affascinato dal Mediterraneo come crocevia di civiltà, culture, guerre e commerci, ha dedicato diversi saggi alla sua storia, occupandosi in particolare della penetrazione islamica in Italia e in Spagna. Dalle tensioni politiche e dalla profonda crisi economica, culturale e religiosa in cui si trova oggi immersa l'area mediterranea ha tratto spunto il saggio Quando guidavano le stelle (2015 e 2019), un itinerario sulle rotte degli antichi lungo un mare «che va navigato, costeggiato, esplorato». La riscoperta di luoghi, tragitti, stagioni, parole chiave e oggetti del passato contraddistingue molti altri suoi lavori, tra cui: L'ignoto davanti a noi, La via della seta (con Franco Cardini), Idolatria, Storia del Mediterraneo in 20 oggetti (con Amedeo Feniello), Inverno. Il racconto dell'attesa, Strade perdute e il più recente Primavera. La stagione inquieta (2020).
Ingresso gratuito con prenotazione e STREAMING

domenica 6 settembre 2020

"Fiera delle antiche Arti e Mestieri" a Verona

Domenica 6 settembre 2020 si svolge la Fiera delle antiche Arti e Mestieri, arti e mestieri del medioevo in piazza dei Signori a Verona organizzata della Compagnia del Sipario Medievale con il patrocinio del Comune di Verona.
Dall'arte della lavorazione della seta alla fabbricazione della pergamena e della carta. E, ancora, tintura dei tessuti e storia della scrittura.
L'ambientazione medievale è data dall'allestimento della "fiera delle antiche arti e mestieri": in un villaggio medievale - anche con case-laboratorio con arredi e attrezzi - artigianali ed artisti, provenienti da diverse località italiane, in costume storico riecheggiante il medioevo, lavorando tutti sul posto, propongono arti mestieri e manufatti di un mercato medievale.
Dalle 10 alle 18.30, in un mercato di oltre 20 postazioni, adeguato a tutte le normative per la sicurezza e il distanziamento sociale, è possibile ammirare e conoscere tutte le tecniche artigianali del passato. Ad esempio, la lavorazione del filato di seta, con una esposizione sulla formazione del bozzolo del baco da seta, e la realizzazione della pergamena, con l'utilizzo delle pelli di pecora. Inoltre, per tutta la giornata, artigiani ed artisti in costume storico medievale, propongono tradizionali attività dell’epoca a cui il pubblico può assistere, per imparare a conoscere le tecniche di lavorazione del passato e le arti che non ci sono più.

giovedì 3 settembre 2020

Conoscere Firenze dall’alto con lo spettacolo delle torri

Riaprono al pubblico, per tutto il mese di settembre, le torri e le porte cittadine: a partire da venerdì 4 settembre 2020 Torre San Niccolò sarà visitabile ogni settimana dal venerdì al lunedì in orario 16-19, mentre da sabato 5 settembre 2020, nella stessa fascia oraria, saranno aperte al pubblico a sabati alterni anche Porta Romana, sabato 5 e sabato 19, e Torre della Zecca, sabato 12 e sabato 26 settembre 2020.
Si potrà approfondire la storia di questi monumenti, le loro caratteristiche e funzioni nonché conoscere il loro rapporto con la città medievale e contemporanea in un viaggio nel tempo unico e affascinante, corredato da meravigliosi scorci panoramici su Firenze. La fruizione di queste eccezionali testimonianze architettoniche fa parte di un progetto di restituzione pubblica di un capitolo importantissimo della storia della città di Firenze, un vero e proprio “museo diffuso” che permea il tessuto urbano e che connota fortemente l’immagine del centro storico, Patrimonio Mondiale Unesco. Non è un caso che il logo del Centro Storico di Firenze evochi proprio l’antica cerchia muraria cittadina, di età medievale, oggi non più esistente ma di cui rimane traccia grazie alla presenza delle torri e delle porte.
Le visite guidate, a cura dei Musei Civici Fiorentini e di Muse, sono aperte a tutti, a partire dagli 8 anni; la prenotazione è obbligatoria: 055-2768224, info@muse.comune.fi.it.
Saranno svolte in sicurezza e in piccoli gruppi secondo un preciso protocollo di contenimento dell’emergenza epidemiologica. Verranno sospese in caso di pioggia e non saranno accessibili ai disabili motori. Il costo di ciascuna visita è di 6 euro a persona, il pagamento dovrà essere effettuato in contanti sul luogo della visita. La partecipazione è gratuita per i minori di 18 anni, per i possessori della Card del Fiorentino, per disabili e accompagnatori, per guide turistiche e interpreti, per membri Icom, Icomos e Iccrom.
Per tutto il mese di settembre si potranno dunque visitare le torri e le porte cittadine: a partire da venerdì 4 settembre Torre San Niccolò sarà visitabile ogni settimana dal venerdì al lunedì in orario 16-19, mentre da sabato 5 settembre, nella stessa fascia oraria, saranno aperte al pubblico a sabati alterni anche Porta Romana, sabato 5 e sabato 19, e Torre della Zecca, sabato 12 e sabato 26. Si potrà approfondire la storia di questi monumenti, corredato da meravigliosi scorci panoramici su Firenze.

mercoledì 2 settembre 2020

I pellegrini medievali e i simboli incisi nella chiesa di San Giovanni al Sepolcro di Brindisi

Sabato 5 settembre 2020 visita guidata alla scoperta dei segreti di una delle più fedeli copie dell’Anastasis di Gerusalemme (il Sepolcro di Cristo).
Al termine della visita guidata i rievocatori del Gruppo Archeo Brindisi, illustreranno, attraverso ricostruzioni di reperti, alcuni aspetti del pellegrino durante il medioevo. L’evento rientra nel programma del Maggio Salentino 2020 (Lecce Brindisi, Taranto), quest’anno a Settembre. 
L’evento ideato da Celestass è organizzato da The Monuments People APS.
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria.
WHATSAPP: 347- 87 05186 – gabtour@libero.it.

domenica 30 agosto 2020

Dame, Cavalieri e spade: vita, storie e pietre del Castello Volante

Domenica 30 agosto 2020 vi aspettiamo al Castello Volante di Corigliano d'Otranto (LE) per il classico appuntamento con Dame e Cavalieri: una speciale visita guidata in costume storico con piccola rievocazione medievale: “Dame, Cavalieri e spade: vita, storie e pietre del castello”.
I personaggi storici che sono stati i protagonisti nel corso dei secoli del Castello di Corigliano, vi accompagneranno in un viaggio nel tempo, alla scoperta della storia, l'arte ed il vissuto di questo maniero che, testimonia, nel respiro della sua pietra: il Medioevo, il Rinascimento e il Barocco.
Visita guidata in costume storico in collaborazione con l'Ass.ne SalentOltre Scorrano
Costo: € 12 a persona. I bambini al di sotto dei 12 anni gratis. Orari:  alle 16,00 - 18,00 - 19,00.
Prenotazione obbligatoria telefonando allo 0836.471008 - 388 3620751 - email: info@ilcastellovolante.it
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

mercoledì 26 agosto 2020

Ultima apertura estiva per l’Armeria del Castello di Mondolfo

E’ l’ultimo appuntamento di stagione con il cavaliere che, nella sua splendida armatura antica, racconta e illustra armi e tecniche di combattimento fra Medioevo e Rinascimento all’Armeria del Castello di Mondolfo quello in programma mercoledì 26 agosto 2020.
Progetto didattico promosso dall’Archeoclub d’Italia col concorso dell’ICS “Fermi” e dal Comune l’Armeria del Castello è oggi passaggio obbligato per coloro che visitano la fortezza adriatica voluta da Giovanni della Rovere attraverso l’opera dell’architetto senese Francesco di Giorgio Martini ed ascritta fra le “città murate d’Europa”.
Nei mercoledì dopocena, poi, saranno aperti ad ingresso gratuito pure i Musei civici al Complesso Monumentale di Sant'Agostino unitamente all’ufficio IAT Mondolfo e, previa prenotazione (366.5608563 in orario apertura Musei), sarà possibile partecipare alle passeggiate al castello, alla scoperta di uno dei borghi più belli d’Italia, parimenti a partecipazione gratuita.
Per informazioni: tel. 366.5608563 (in orario apertura Musei) www.castellodimondolfo.itwww.comune.mondolfo.pu.it.

martedì 25 agosto 2020

Visita guidata notturna al Castello e al borgo di Montalbano Elicona

Sarà una visita guidata davvero inedita ed esclusiva quella proposta venerdì 28 agosto 2020 dal Comitato Sicilia Turistica al Castello ed al Borgo di Montalbano Elicona (ME). Un affascinante itinerario in notturna condotto da una guida professionista alla scoperta del Borgo più bello d’Italia tra luci, ombre ed atmosfere medievali. 
Il raduno è previsto alle ore 19,00 all’ingresso del Castello, la prima ed incantevole tappa del percorso che continuerà per le viuzze e le altre bellezze del Borgo e si concluderà alle ore 21,00.
Il Castello Svevo Aragonese di Montalbano è indubbiamente uno dei Castelli più importanti ed imponenti in Sicilia. Si erge maestoso su un’altura al centro del paese. Fu edificato, così come oggi lo vediamo (oltre i restauri degli ultimi anni), nel 1300 circa a 900 metri di altezza, per scopi puramente militari e rientra nel progetto di difesa del territorio dell’Imperatore Federico II di Svevia. Dominava l’intera vallata, dalla zona tirrenica a quella dell’Etna. Negli oltre otto secoli di storia è stato dimora di sovrani normanni, aragonesi e spagnoli.
All’interno del Castello sono ospitate due collezioni museali: il museo delle armi bianche e degli strumenti musicali medievali. Molto particolare il museo delle armi utilizzate dai cavalieri, figure primarie nelle guerre dell’epoca. Alabarde, lance, ma anche stemmi araldici, cotte di maglie, armature e modellini di macchine da guerra davvero inedite e sorprendenti agli occhi del visitatore.
Montalbano Elicona è pertanto una delle città medievali più affascinanti d’Italia. Le sue strade e i viottoli sono stati costruiti in maniera da adattarsi alla conformazione del promontorio roccioso su cui è sorta. Una sfilza di piccole case di pietra arenaria poste le une sulle altre offrono senza dubbio uno scenario seducente. Tutte le abitazioni e i sentieri sono costruiti su un percorso che porta dritto all’altura dove è sito il Castello.
Prenotazione obbligatoria (ma non vincolante) entro le ore 24 di mercoledì 26 agosto contattando o inviando un mess (contenente cognome del referente e n°partecipanti) al numero 347 9711320.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui

lunedì 24 agosto 2020

‘Medio Evo Immaginifico’ a Monteriggioni (SI)

Si intitola ‘Medio Evo Immaginifico’ il talk show che si terrà martedì 25 agosto 2020 alle ore 21.30 in Piazza Roma a Monteriggioni castello. Il dibattito sarà presentato da Daniela Morozzi con gli intermezzi musicali di Giacomo Rossi e vedrà la partecipazione di Ugo Giulio Lurini, attore; Duccio Balestracci, storico; Francesco Ricci, docente e scrittore e Marco Valenti, archeologo. L’evento fa parte del calendario estivo organizzato tra gli altri dal Comune di Monteriggioni. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero, con inizio alle ore 21.30, e si svolgeranno nel rispetto delle misure anti Covid-19.
“Abbiamo organizzato questo talk show – afferma Marco Valenti - per parlare dell’immagine che nel tempo si è avuta del Medio Evo, gli stereotipi esistenti, come è stato interpretato, impiegato politicamente ma anche in architettura creando stili ben precisi. Un incontro che si concentrerà su come questo periodo storico è stato visto o ricostruito sulla base di quale immaginario collettivo, nella società odierna e nelle feste o rievocazioni.
Informazioni. Il cartellone estivo di Monteriggioni andrà avanti fino a settembre ed è promosso da Comune, Monteriggioni A.D.1213, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Lo Stanzone delle Apparizioni e gli Amici del Castello, mentre la rassegna cinematografica itinerante, “Cinema sotto il Castello”, è ideata e promossa dall'associazione MenteGlocale e toccherà il Castello e le frazioni di Monteriggioni. Per informazioni, è possibile visitare il sito www.monteriggioniturismo.it e contattare l’Ufficio turistico di Monteriggioni al numero 0577-304834 e all’indirizzo di posta elettronica info@monteriggioniturismo.it

domenica 23 agosto 2020

Medioevo al Castello di Campo Ligure

Domenica 23 agosto 2020, le visite al Castello di Campo Ligure (GE) saranno arricchite dalla presenza di alcuni rievocatori della Compagnia dell'Alto Monferrato. Durante il tour guidato del castello, i visitatori potranno assistere a piccole schermaglie tra uomini armati come nel XIII secolo, inoltre verranno loro spiegati l'abbigliamento, le armi e le tecniche di combattimento. Sarà presente anche il banco didattico di pittura medioevale, dove poter ammirare le tecniche pittoriche utilizzate all'epoca e vedere dal vivo riproduzioni di curiose illustrazioni tratte da manoscritti medievali.
Le visite, della durata di circa un'ora, si terranno dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

sabato 22 agosto 2020

"Isabella da Venosa" presentazione a Venosa (PZ)

Sabato 22 agosto 2020, alle ore 18:30, nella suggestiva cornice del cortile del Castello Pirro del Balzo, sarà presentato il libro “Isabella da Venosa. Isabella del Balzo duchessa di Venosa, principessa di Altamura e regina di Sicilia a Napoli”, di Arturo Bascetta.
Dopo i saluti della Sindaca Marianna Iovanni, interverranno il Prof. Virgilio Iandiorio e il prof. Pellegrino Caruso. A moderare la serata il giornalista Emilio Spiniello.
L’evento, organizzato dal Comune di Venosa in collaborazione con il festival del libro Borgo d'Autore, è stato pensato dall’Amministrazione come un’occasione per ricordare il 550° anniversario dalla fondazione del Castello, ricorrenza per la quale non è stato possibile avere un programma di eventi dedicato a causa del Covid-19.
Il Castello fu voluto dal padre di Isabella, il duca Pirro del Balzo. La sua costruzione avvenne tra il 1460 e il 1470 e rappresentò un momento emblematico del XV secolo, nel quale le scelte attuate incisero profondamente sulla storia della città oraziana, stravolgendone l’impianto urbanistico.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

venerdì 21 agosto 2020

Visita guidata "Pavia d’acqua"

Venerdì 21 agosto 2020, alle ore 18.30, per l’iniziativa 10.000 Passi nella Storia, Oltre Confine Onlus proporrà la visita guidata "Pavia d’acqua", che consentirà di reinterpretare Pavia e la sua storia dal punto di vista della vocazione fluviale della città, assai significativa per le sorti dell’insediamento.
Pavia fu fondata dai Romani nel I secolo a.C. con il nome di Ticinum e fu la città a prendere il nome dal fiume Ticinus, e non viceversa, a conferma dell’importanza strategica delle vie fluviali in epoca antica.
Ticinum infatti fu edificata non in una località qualsiasi del Nord Italia, ma su un deposito alluvionale e a pochi chilometri di distanza dalla confluenza del Ticino nel Po ed era collegata ai grandi centri abitati dell’area padana sorti lungo il Po e i suoi numerosi affluenti.
Il tour partirà dal Ponte Coperto, monumento simbolo di Pavia e del legame esistente tra la città e il suo fiume.
Oggi, nei periodi di secca, è possibile scorgere dalle acque, ai lati dell’attuale ponte, i piloni in pietra del ponte originario di Pavia di età medievale, bombardato durante la Seconda guerra mondiale e ricostruito negli anni Cinquanta.
Ma quei piloni in pietra sono anche quelli del primissimo ponte romano sul Ticino, utilizzati successivamente per la costruzione del ponte medievale.
In epoca medievale, quando Pavia combatté da libero Comune contro Piacenza e Cremona per il predominio sui tratti del fiume Po, divenne una potenza fluviale, come dimostrano le storiche Porta Calcinara e Porta Nuova.
I Visconti successivamente usarono quest’attitudine pavese nel loro progetto di espansione nel Nord Italia, come nel caso della battaglia del 1431 tra la flotta viscontea, affidata a Pasino degli Eustachi, di origine pavese, e quella veneziana nei pressi di Cremona.
La flotta viscontea, ormeggiata a Pavia, per prevenire un assedio delle navi veneziane andò incontro alle forze nemiche percorrendo il Ticino e il Po, così Pasino riuscì nell’impresa di sconfiggere la più grande potenza navale del Mediterraneo.
Ancora oggi, nei pressi del Lungo Ticino e in direzione della Basilica di San Teodoro, si trova la Casa degli Eustachi, la dimora della famiglia di Pasino, oggi sede della biblioteca dell’Università della terza età di Pavia.
Dal Medioevo all’età moderna il legame tra città e fiume non si spense, come dimostra l’Idroscalo pavese, inaugurato nel 1926, che era una tappa della tratta aerea Torino-Trieste, la prima linea di aviazione civile in Italia, con fermate intermedie anche a Pavia e a Venezia.
L’idroporto pavese fu gestito dalla Società Italiana Servizi Aerei fino al 1942 e dal 1981 venne definitivamente abbandonato
Il costo sarà di 7 euro a persona e il ritrovo è previsto in Piazzale Ghinaglia, per un massimo di 20 partecipanti. 
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

giovedì 20 agosto 2020

Camaiore tra arte e storia

Giovedì 20 agosto 2020 alle ore 21,30 visita guidata a "Camaore tra arte e storia".  Alla scoperta di Camaiore della sua arte. della sua storia secolare, e delle sue tradizioni affascinanti. Una passeggiata sotto le stelle per assaporare una bellezza che forse non ti aspetti.
La visita sarà condotta da Tessa Nardini, laureata in Storia dell’Arte presso l’Università di Pisa e Guida Turistica abilitata per la Provincia di Lucca. Ritrovo: piazza 29 maggio (davanti alla locanda Le Monache)
Costo: 8 euro
Prenotazione obbligatoria (339-8806229)
I posti sono limitati e ricorda di portare con te mascherina e gel igienizzante.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

mercoledì 19 agosto 2020

Una fortezza per la città. I primi secoli della Rocca

Giovedì 20 agosto 2020 dalle 18.30 alle 20.30 per la rassegna "Rocca al tramonto" visita guidata "Una fortezza per la città. I primi secoli della Rocca"
Dalle origini della fortezza medievale di Imola alla dominazione degli Alidosi e dei Manfredi. Un percorso alla scoperta delle tracce nascoste della prima e più antica edificazione della Rocca, accompagnato dal racconto delle vicende storiche imolesi e del territorio tra duecento e quattrocento.
Una guida vi accompagnerà in una gradevole passeggiata tra le mura della fortezza che si concluderà nella torre più alta con una suggestiva veduta della città di Imola al tramonto.
Saranno organizzati due turni di visita guidata per ogni appuntamento, il primo dalle 18.30 alle 19.30 e il secondo dalle 19.30 alle 20.30.
Alla visita possono partecipare al massimo 20 persone per turno.
Ingresso gratuito previa prenotazione telefonando al 0542.602609 dal lunedì al venerdì 9-13 o inviando una mail a musei@comune.imola.bo.it, scrivendo nome e numero di telefono per ricevere conferma.
E’ obbligatorio indossare la mascherina e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro.
Per maggiori informazioni clicca qui !

martedì 18 agosto 2020

Viaggio nell'Inferno di Dante

Mercoledì 19 agosto 2020 il Filo di Arianna organizza la visita guidata "Un viaggio serale nell'Inferno di Dante Alighieri", tra palazzi e targhe che parlano di personaggi fiorentini dannati, da Filippo Argenti a Farinata degli Uberti, tra versi danteschi e storia medievale.
Ritrovo alle ore 20.45 in piazza Santa Croce a Firenze davanti alla statua di Dante.
Durata: 1 ora e 30''
Contributo: 10 euro, 5 euro per i bambini sotto i 12 anni, gratuito sotto i 5 anni.
Guida: Martina Barreca (3291917132)
‼ REGOLE ANTICOVID:
Obbligo di mascherina; distanza di almeno 1 metro; obbligo di guanti o gel igienizzante; presentarsi con importo preciso: non si fanno resti. 

Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

lunedì 17 agosto 2020

"Sub tutela Virginis" presentazione a Banzi (PZ)

A Banzi (PZ), un nuovo studio condotto dal professor Marcello Mignozzi, docente all'Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, riassunto nella pubblicazione “Sub tutela Virginis” che riporta la sua firma, arricchisce di nuovi elementi e di importanti scoperte la già affascinante e straordinaria storia del piccolo borgo medievale dell'Alto Bradano.
L’abbazia benedettina di Santa Maria a Banzi è la più antica della Basilicata. Poco è sopravvissuto della sua facies medievale: la chiesa, difatti, venne completamente ricostruita nel XVIII secolo, ma in tale occasione si decise di porre in facciata un’icona marmorea trecentesca di soggetto mariano. L’opera, mai dettagliatamente analizzata dalla critica, è qui al centro di uno studio che ne scandaglia ogni aspetto. Particolare attenzione è dedicata all’iscrizione alla base del manufatto, in cui vengono riportati l’anno di esecuzione, il nome del committente, quello dell’artista e persino la sua provenienza. Un piccolo volume, quello di Mignozzi, dedicato alla figura di Petrus de Baro, scultore ignoto al panorama degli studi e finalmente restituito agli onori della Storia. La disamina del singolo manufatto diventa un pretesto per indagare le dinamiche di contaminazione artistica attive nel Regno di Napoli tra Duecento e Trecento, al tempo degli Angioini.
Sub tutela Virginis. L’icona marmorea dell’abbazia di Santa Maria a Banzi e alcune note sull’arte del Trecento tra Puglia e Basilicata, questo il titolo dell'opera edita da Edizioni Giannatelli, sarà presentato lunedì 17 agosto 2020, alle ore 19:00 in Largo Urbano II a Banzi (PZ).
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

domenica 16 agosto 2020

Passeggiata medievale gratuita a Bassano del Grappa

Domenica 16 agosto 2020 lasciatevi portare a passeggio nel centro storico di Bassano del Grappa! Le nostre guide esperte vi porteranno alla scoperta della città medievale dalla Torre Civica al camminamento del castello degli Ezzelini e fino a porta Dieda.
LA PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA
• Partenza ore 15.30
• Ritrovo: biglietteria torre civica
• Costo del biglietto d'ingresso alla torre civica: 3€ intero, 2€ ridotto
• Info e prenotazioni: torrecivicabassano@gmail.com o 371 1122121
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

sabato 15 agosto 2020

"Benvenuti nel Medioevo" alla Cattedrale di Piacenza

Lunedì 17 agosto 2020 alle ore 21,00 si tiene «Benvenuti nel Medioevo. Personaggi misteriosi e indizi dal passato» - visita guidata per famiglie alla Cattefrale di Piacenza.
Chi e quando ha costruito la Cattedrale? Chi sono i personaggi su capitelli e pilastri? Tanti indizi si nascondono nella penombra… Noi siamo pronti a raccoglierli per ricostruire la storia della Cattedrale e scoprire le meraviglie del Medioevo (e non solo). Un’indagine che coinvolgerà grandi e piccini, alla scoperta di curiosità e dettagli.
Il Museo Kronos in collaborazione con Cooltour s.c. organizza il primo di due appuntamenti esclusivi «A porte chiuse» per scoprire la Cattedrale di Santa Maria Assunta, visite guidate tematiche serali indirizzate ad adulti e famiglie. Un’occasione unica, la bellezza di due serate per godere di questo tesoro d’arte a porte chiuse, raccontato attraverso dettagli e opere.
La prenotazione è obbligatoria e le iscrizioni sono contingentate, per garantire la sicurezza anti-Covid19 durante le visite (per ciascuna è previsto un massimo di 15 partecipanti).
Quota di partecipazione per «Benvenuti nel Medioevo»: adulti 6 €, bambini 4 €, famiglia (2 adulti e 1 bambino) 12 €, ogni bambino in più 3 €.
Prenotazione obbligatoria al chiamando il: 3314606435 oppure scrivendo una e-mail a cattedralepiacenza@gmail.com. Appuntamento per i prenotati: ore 20:40, ingresso Museo Kronos, via Prevostura 7.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

venerdì 14 agosto 2020

Chiostro da scoprire al Museo Diocesano di Genova

Nella vivace atmosfera estiva presso il Chiostro dei Canonici della Cattedrale di San Lorenzo sede del Museo Diocesano di Genova organizziamo un percorso che porterà alla rivelazione dei “segreti” custoditi.
Venerdì 14 agosto 2020 alle ore 19:30 ci avventureremo in questo luogo suggestivo, incastonato nel cuore del centro storico, antica abitazione dei Canonici.
Qui potremo scoprire la relazione del Duomo con la Repubblica di Genova: parleremo di un Santo che “non esiste”, nonostante sia effigiato in più di un dipinto del Museo. Riusciremo a individuare, fra le varie architetture, il recupero di un albero di un leudo. Ascolteremo la storia di una insolita diatriba che alcuni Canonici portarono avanti per anni e anni, pur di vedersi assegnare una particolare stanza dell’edificio. E molto altro...
Alla visita guidata seguirà un aperitivo nel colonnato medioevale organizzato da Frîto Ben nel quale degusteremo le ricette della tradizione cucinate con moderne tecnologie per un fritto più sano. Tutto sarà accompagnato da calici di bollicine, in un clima di energia evocativa.
Appuntamento al Museo Diocesano (Via T. Reggio 20/r). Costo € 15. Solo su prenotazione fino a esaurimento dei posti disponibili. La biglietteria aprirà alle ore 19,00.
A cura di Festigium srl.
Per info e prenotazioni:
Solo su prenotazione (30 posti disponibili). PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Per info e prenotazioni: 010/2091863 e via mail prenotazioni.festigium@gmail.com.
Per seguire l'evento su Facebook clicca qui !

giovedì 13 agosto 2020

"Gli uomini del Nord" presentazione a Acerenza (PZ)

La Pro Loco Acerenza torna con i suoi eventi anche in questa estate così diversa dal solito. “Gli Uomini del Nord", opera prima del Presidente Pro Loco Acerenza Luciano D'Andria edita da Telemaco edizioni, inaugura giovedì 13 agosto 2020 alle ore 18,30 la serie di manifestazioni dedicata alla riscoperta del patrimonio storico, artistico e culturale della Città Cattedrale.
«Gli Uomini del Nord" - afferma l’autore - racconta la serie di vicende e di ragioni storiche che hanno contribuito alla costituzione amministrativa della contea normanna e alla costituzione dell’arcidiocesi metropolitana di Acerenza il cui segno indelebile sul territorio è la sua imponente cattedrale. "Gli Uomini del Nord", un libro le cui pagine mostrano il momento di svolta della nostra storia. Quegli uomini, quelle vicende, quegli intrecci hanno reso Acerenza il fulcro della vita politica e religiosa dell'Alto Medioevo del nostro distretto. Quegli uomini hanno reso Acerenza la città cattedrale che tutti conosciamo».
Folta la presenza di esperti e personalità che parteciperanno all’evento. Gli interventi infatti sono affidati a Sua Eccellenza monsignor Francesco Sirufo, arcivescovo di Acerenza, che ha realizzato anche l’introduzione, Don Nico Baccelliere, parroco e vicario generale, Fernando Scattone, sindaco di Acerenza,  Rocco Franciosa, presidente Unpli Basilicata Aps, Donato Pepe, Editore della Telemaco Edizioni, Don Gaetano Corbo, direttore del Museo diocesano di arte sacra di Acerenza, l’avvocato Aurelio Pace, scrittore, Angelo Schiavone, medico e scrittore, Michele Mecca, presidente Associazione Culturale Acheruntia,  Antonio Giordano, scrittore e storico locale, Vincenzo Guglielmucci, scrittore e storico locale, Michele Marotta, scrittore e storico locale. Modera Canio Tiri, studente di Ingegneria e Architettura che ha curato alcune grafiche e immagini presenti nel testo.
Ricorda di effettuare la tua prenotazione gratuita al numero 3294233465, i posti sono limitati, in osservanza delle regole per il rispetto del distanziamento sociale.

mercoledì 12 agosto 2020

Alla scoperta di Raggiolo (AR) tra presente e passato

Alla scoperta di Raggiolo (AR) tra presente e passato. Il programma della rassegna “Raggiolo Estate 2020” prosegue con una doppia iniziativa che, nella sera di mercoledì 12 agosto e nella mattina di venerdì 14 agosto, permetterà di conoscere la ricchezza storica, architettonica, culturale e naturale del piccolo borgo casentinese attraverso visite guidate ed escursioni.
Un appuntamento promosso da Ecomuseo del Casentino e La Brigata di Raggiolo è “Carbone, acqua, fuoco e metallo. Escursione nel medioevo alla ricerca delle fabbriche di armi” che si terrà venerdì 14 agosto 2020, alle 9.00, con prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente contattando il 333/38.34.001. Questa iniziativa sarà curata dall’archeologo medievale Andrea Biondi e permetterà di vivere un viaggio indietro nel tempo fino al 1300 quando il conte Guido Novello dei Conti Guidi trasformò Raggiolo in un fiorente centro di attività metallurgica dedicato alla produzione di armi e alla lavorazione del ferro, con una ramificata rete commerciale e con attenzioni anche da parte di Firenze. L’escursione mattutina permetterà di raggiungere alcune testimonianze dei siti presenti nei dintorni del borgo, con una bella passeggiata che costeggerà torrenti e antichi terrazzamenti per giungere a luoghi ricchi di storia. La visita sarà arricchita dalle parole di Andrea Biondi che racconterà l’evolversi di queste attività e della vita a Raggiolo, proponendo un interessante percorso dal Medioevo all’età moderna.
Questa iniziativa sarà anticipata mercoledì 12 agosto 2020, alle 21.15, dalla visita guidata “Raggiolo che non ti aspetti” che si svolgerà nel fascino della notte sotto al cielo stellato. I volontari de La Brigata di Raggiolo proporranno un itinerario che, dalla piazza, si snoderà tra vicoli in pietra, angoli nascosti del borgo e testimonianze della presenza dei còrsi da cui per tradizione derivano gli abitanti del borgo.